Cosa fare se..

Trovo un cane abbandonato? Le autorità competenti a cui rivolgersi sono i Vigili Urbani che sono obbligati ad intervenire dal regolamento di Polizia Veterinaria n. 320/1954 oppure il Servizio Veterinario ASL (tel 118 e/o al Centralino del Presidio Ospedaliero), tenuti anche loro ad avere reperibilità 24 ore su 24, giorni festivi compresi. Si possono anche contattare le Associazioni Animaliste, ma vi ricordiamo che non sostituiscono e non devono/possono sostituire i servizi pubblici e di pubblica utilità nonché le Forze di Polizia. I Carabinieri (112) sono obbligati ad intervenire, ma anche i Carabinieri forestali (1515) possono aiutarvi e provvederanno a contattare direttamente il servizio di recupero.
Bisogna poi tenere conto anche del luogo in cui si trova il cane: nei pressi di binari ferroviari, contattate la Polfer; se è ritrovato in autostrada o in altre strade a lunga percorrenza fuori dai centri abitati, avvisate la Polstrada, comunque in ambedue i casi comporre il 113; in situazioni particolari (tetti, alberi, cunicoli) chiamate i Vigili del Fuoco (115).

Trovo un cane ferito? Se invece trovate un cane ferito (questo vale per altri animali domestici), la procedura è identica (Vigili Urbani e Asl Veterinaria). I Servizi Veterinari delle ASL devono avere reperibilità anche notturna e festiva (118 in orario notturno/festivo e/o al Centralino del Presidio Ospedaliero) e sono obbligati a intervenire per il ritiro dell’animale non di proprietà. Il mancato intervento è denunciabile perché si tratta di un pubblico servizio.

E se nessuno interviene? Se nessuno interviene e il cane (o altri animali domestici) è visibilmente ferito, magari a causa di un incidente, non somministrargli alcun farmaco, né cibo, né acqua e portatelo subito dal veterinario. Per evitare di peggiorare eventuali traumi o fratture appoggiatelo su qualcosa di rigido da utilizzare come barella. Vi ricordiamo che il medico veterinario, anche libero professionista, ha il dovere di assistenza previsto dall’articolo 16 del Codice Deontologico della categoria: “Il Medico Veterinario ha l’obbligo, nei casi di urgenza ai quali è presente, di prestare le prime cure agli animali nella misura delle sue capacità e rapportate allo specifico contesto, eventualmente anche solo attivandosi per assicurare ogni specifica e adeguata assistenza”.


Se trovo un gatto abbondato? Non esiste per i gatti una procedura istituzionale come per i cani al momento di un ritrovo, essendo la maggior parte sprovvisti di microchip. Accertarsi prima se il gatto in effetti non sia semplicemente abituato ad uscire di casa e poi rientrare. Se il gatto invece sembra ferito, è malnutrito o presenta problemi potete contattare il servizio di recupero (Asl Veterinaria).
Importante: cercare di trattenere il gatto per impedirgli di allontanarsi e attendere l’Asl di competenza.


Se smarrisco un animale domestico? Entro 3 giorni dallo smarrimento dovrai denunciare alle autorità competenti (ovvero carabinieri, polizia municipale, servizio veterinario della ASL competente e Anagrafe Canina) la scomparsa del tuo animale domestico. La denuncia è uno strumento che può essere utile in caso di ritrovamento ma soprattutto è obbligatoria per legge (fatti sempre rilasciare una copia della denuncia o una ricevuta).
Nelle prime ore della scomparsa concentrati sulla ricerca attiva, perchè spesso sono decisive e ci sono molte probabilità che il tuo caso si risolva prima della scadenza del termine per la denuncia. Se le prime ricerche non daranno esito, sarà molto importante tappezzare di volantini la zona oltre che contattare le associazioni animaliste o gruppi tramite i social network.


Regolamento Comunale di igiene urbana veterinaria e sul benessere degli animali.
Il presente regolamento è stato approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 144 del 16 novembre 2009. Modificato con delibera del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale n. 63 del 16 aprile 2015. (Sito del comune di Venezia). (Pdf scaricabile)

I commenti sono chiusi.